Green Community

Eco Icona Logo - Grafica vettoriale gratuita su Pixabay - PixabayL’Unione di Comuni Montana Lunigiana crede nella transizione in atto verso un’economia che possa promuovere le Green communities e vuole essere un attore chiave in questa transizione verso un modello economico, sociale ed ecologico che favorisca misure attive e l’identificazione di buone pratiche che possano promuovere la neutralità carbonica, la resilienza nei confronti degli eventi legati ai cambiamenti climatici e l’economia locale circolare. Valorizzando l’opportunità offerta dalle risorse messe a disposizione nell’ambito del PNRR, Missione 2 – Rivoluzione verde e Transizione ecologica, Componente 1 – Economia circolare e agricoltura sostenibile (M2C1), Investimento 3.2 Green Communities, finanziato dall’Unione europea – Next Generation EU.

Eco Icona Logo - Grafica vettoriale gratuita su Pixabay - PixabayIl territorio della proposta Green Community Lunigiana si completa coinvolgendo anche il comune di Pontremoli con il quale l’Amministrazione proponente intende stipulare separati accordi di collaborazioni e/o partenariato per lo sviluppo della stessa. La Green Community Lunigiana rappresenta un caso per molti versi esemplare di territorio montano che pur essendo relativamente circoscritto nella sua estensione territoriale 792 kmq e di dimensione demografica non certo amplissima (45.461 ab.al 01.01.2020) costituisce una presenza significativa nel panorama delle aree montane e interne della regione Toscana. Tale territorio costituisce parte integrante della SNAI nella quale le aree interne sono definite per il loro carattere di perifericità e di distanza non tanto o non solo geografica dai poli urbani, quanto dalla loro distanza dai centri di offerta dei servizi di base, individuando tra tali servizi l’istruzione, la sanità e i trasporti.

Eco Icona Logo - Grafica vettoriale gratuita su Pixabay - PixabayLa comunità energetica può essere costituita da cittadini, famiglie, associazioni, imprese ed enti pubblici ed è finalizzata all’installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili per soddisfare i bisogni energetici della comunità stessa.

Eco Icona Logo - Grafica vettoriale gratuita su Pixabay - PixabayLa proposta progettuale della Green Community dell’Unione di Comuni Montana Lunigiana, avverte per intero la responsabilità dell’importanza, per l’intera comunità lunigianese, delle opportunità che le azioni possono rappresentare in termini di sviluppo sostenibile, di produzione di energia da fonti rinnovabili locali, di nuovi servizi di mobilità Con questa consapevolezza la proposta trae alimento, oltre che dall’importante retroterra costituito da un’azione strategica di così lunga durata e di così ampio respiro come quella che è stata documentata in sede di redazione del progetto del piano di sviluppo Green Community, nel quale ben si inseriscono le tematiche dello sviluppo sostenibile così efficacemente espresse dalla prospettiva delle Green Communities, da un intenso lavoro di approfondimento tecnico e di confronto politico amministrativo che l’Unione ha condotto al suo interno, con le Istituzioni che operano sul territorio, altri enti pubblici limitrofi e con gli stakeholders interessati. In questo contesto l’Unione dei Comuni Montana Lunigiana, ha stabilito protocolli di intesa su tematiche di interesse alla Green Community con altri enti e istituzioni pubbliche: · Il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, · Riserva Mab Unesco dell’Appennino Tosco-Emiliano · L’università degli studi di Firenze · L’università degli studi di Modena e Reggio Emilia La proposta progettuale si articola su nove linee di intervento, per ciascuna delle quali sono stati delineati gli ambiti di attività e riportata la descrizione degli obiettivi e delle finalità. In particolare, la proposta ha previlegiato, dal punto di vista della realizzazione fattiva, gli interventi relativi alla creazione di maggiore produzione di energia da fonte rinnovabile e le azioni necessarie ad una riduzione dei consumi dell’energia primaria.

Tuttavia, si è ritenuto utile dotarsi di piani di sviluppo (di natura energetica, ambientale, economico e sociale) su tutte le linee di azione, in previsione di una programmazione strategica che, anche se non permetterà una effettiva realizzazione degli interventi all’interno della misura Green Community , consentirà di accedere ad ulteriori linee di finanziamento regionali, nazionali ed europee. ll progetto di piano di sviluppo si è ispirato ad una pluralità di esigenze e di opportunità tra loro concorrenti nel disegnare un quadro di impegni destinati invece a segnare in modo permanente un cambio di paradigma. La proposta della Green Community ha sentito quindi forte l’esigenza di garantire conferme e continuità alla singolare identità che la Lunigiana ha saputo conquistarsi nel panorama nazionale delle politiche di coesione e dello sviluppo locale nelle aree non urbane, attorno ad un progetto per la promozione di un distretto di cooperative di comunità capace di sfruttare in forma sostenibile le risorse che l agricoltura biologica, l’allevamento ittico, la selvicoltura, il turismo e i nuovi servizi di flessibilità energetica possono creare.

Eco Icona Logo - Grafica vettoriale gratuita su Pixabay - PixabayCampi di AttivitàEco Icona Logo - Grafica vettoriale gratuita su Pixabay - Pixabay

a) La gestione integrata e certificata del patrimonio agro-forestale;

b) la gestione integrata e certificata delle risorse idriche;

c) la produzione di energia da fonti rinnovabili locali;

d) lo sviluppo di un turismo sostenibile;

e) la costruzione e gestione sostenibile del patrimonio edilizio e delle infrastrutture di una montagna
moderna;

f) l’efficienza energetica e l’integrazione intelligente degli impianti e delle reti;

g) lo sviluppo sostenibile delle attività produttive (zero waste production);

h) l’integrazione dei servizi di mobilità;

i) lo sviluppo di un modello di azienda agricola sostenibile.

Ultimo aggiornamento

22 Febbraio 2024, 12:45