SUAP LUNIGIANA

Invio pratiche di attività produttive con il
Sistema Telematico di Accettazione Regionale (STAR)

Dal 16 Maggio 2016 tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi (avvio, modifica, variazione, subingresso, cessazione) di competenza dello Sportello Unico delle attività produttive dell’Unione dei Comuni Montana Lunigiana, devono pervenire al SUAP esclusivamente attraverso la piattaforma telematica della Regione Toscana denominata STAR (Sistema Telematico di Accettazione Regionale)

Le pratiche trasmesse allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) in modalità diverse (PEC, cartacea, ecc.) sono irricevibili e pertanto saranno archiviate in quanto prive di effetti giuridici.

Per l’accesso al sistema STAR è necessario essere dotati di firma digitale (smartcard) oppure accedere con dispositivi su chiavetta USB che contengono i certificati digitali della CNS e anche quelli per la firma digitale, ed è preferibile accedere tramite il browser Chrome o Mozilla Firefox.

A partire dal 1° marzo 2020 ogni spesa per diritti di istruttoria dello sportello SUAP viene abolita.
Rimangono in vigore solo gli oneri a favore dell’ASL nelle pratiche in cui sono previsti (vedi tariffario)

In caso di problemi di autenticazione tramite browser ai servizi di STAR, si consiglia di consultare la seguente guida:

Guida rapida SmartCard

Guida rapida SmartCard

(882 KB) - ultima modifica: 6 Marzo 2020

Una volta entrati nello STAR si proceda come segue:

  1. Individuare l’attività specifica (agricoltura, commercio, alloggio, somministrazione, ecc.) selezionandola dalla lista di categoria che viene proposta;
  2. Dettagliare il tipo di intervento (avvio, variazione, subingresso, cessazione, ecc.) selezionandolo dalla lista che compare a piè dell’attività scelta;
  3. Indicare necessariamente il Comune;
  4. Compilare accuratamente tutti i quadri (identificazione, 01, A1, A2, B, C, D, ecc… allegati, oneri, conclusione) che vengono proposti in successione e che variano per funzione delle specifiche caratteristiche dell’attività che si intende attivare, modificare o cessare.

Per i dettagli operativi consultare il
Manuale d’uso del Sistema Telematico Regionale delle pratiche SUAP
scaricabile da QUI

Fase 2: fine del lockdown e ripresa di tutte le attività produttive/commerciali

Nella Gazzetta Ufficiale n. 125 del 16 maggio è pubblicato il Decreto Legge n. 33/2020 con cui il Governo, in base all’attuale andamento della crisi sanitaria, ha emanato nuove disposizioni per l’emergenza epidemiologica da COVID-19, adottando adeguate e proporzionate misure di contrasto e contenimento alla diffusione del virus valide dal 18 maggio, giorno fissato, previo accordo con i presidenti delle Regioni, per il riavvio della totalità delle attività produttive e commerciali.

Ai sensi del DL, a decorrere dal 18 maggio 2020, cessano di avere effetto tutte le misure limitative della circolazione all’interno del territorio regionale (non serve più il modulo di autocertificazione), mentre rimangono in vigore fino al 2 giugno i divieti di spostamento tra regioni diverse (possibili sempre per esigenze lavorative, di salute e altre necessità). Rimangono ancora validi i divieti:

  • di mobilità dalla propria abitazione o dimora alle persone sottoposte alla misura della quarantena
  • di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Ricordiamo che il sindaco può disporre la chiusura temporanea di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico in cui sia impossibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Per le violazioni delle misure sul covid-19 continuano ad applicarsi le sanzioni di cui all’articolo 4, comma 1 del Decreto Legge n. 19/2020.

Tutte le misure contenute nel Decreto Legge n. 33/2020 si applicheranno fino al 31 luglio.

In applicazione delle misure del nuovo decreto legge, è stato emanato il DPCM 17 maggio 2020 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.126 di pari data).
Il nuovo DPCM recepisce, all’Allegato 17, le linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 16 maggio 2020, trasmesse al Consiglio dei ministri in data 17 maggio 2020 unitamente al parere del Presidente della Conferenza dei presidenti delle regioni e delle province autonome. Si evidenzia che il DPCM contiene, inoltre, disposizioni specifiche per la disabilità, stabilendo la riattivazione di tutte le attività sociali e socio-sanitarie erogate. Le disposizioni del DPCM 17 maggio 2020 si applicano dal 18 maggio e sostituiscono quelle del DPCM del 26 aprile scorso; tutte le misure ivi previste saranno efficaci fino al 14 giugno. L’autorità competente a monitorare e far rispettare le regole è il Prefetto.

Ordinanza Presidente Regione Toscana

DPGR 57 del 17-05-2020

DPGR 57 del 17-05-2020

(106 KB) - ultima modifica: 18 Maggio 2020

Linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 16 maggio 2020

Linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive
della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 16 maggio 2020

Allegato17 DPCM 17 maggio 2020

(634 KB) - ultima modifica: 18 Maggio 2020

Comunicati

Vendita al minuto di alcolici

Con l'approvazione del Decreto Crescita, convertito nella Legge 28/06/2019 n. 58, entrata in vigore il 30 luglio 2019, è stato reintrodotto l'obbligo della denuncia fiscale per la vendita di alcolici a carico di alcune attività [...]

Somministrazione temporanea di alimenti e bevande

Per avviare un'attività di somministrazione temporanea di alimenti e bevande occorre presentare allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) per attività temporanea di preparazione e somministrazione di [...]

Guida agli Incentivi

Consulta la Guida di Orientamento agli Incentivi per le Imprese a cura della Regione Toscana

Consulta